MEDICINA ESTETICA

VUOI SAPERNE DI PIÙ SULLA NOSTRA STRUTTURA?

POLIAMBULATORIO
FISIOKINETIK

MEDICINA ESTETICA

Velvet Skin Intra Plus – è un dispositivo della miglior qualità e per ogni specifica esigenza di trattamento. Rappresenta la versione completa della linea.
Offre cinque innovative tecnologie avanzate:

– Radiofrequenza

– Elettroporazione

– Radiofrequenza frazionata

– Radiobisturi

– Radiofrequenza Intradermica

CONTINUA A LEGGERE

Radiofrequenza

E’ una metodica non invasiva che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della pelle del corpo e del viso. Sfrutta il calore per restituire tono ed elasticità alla pelle.

Il trattamento è indolore, senza traumi e con un immediato ritorno alle normali attività. E’ economicamente accessibile!

Il dispositivo Velvet Skin è dotato di un applicatore capace di indurre un aumento di temperatura del derma, che stimola la produzione di nuovo collagene garantendo così effetti rigenerativi sulla zona trattata visibili fin dai primi trattamenti.

Si tratta di radiazioni non ionizzanti, cioè non in grado di rompere i ponti a idrogeno, quelli disolfuro, carbonici etc. Ciò significa che si tratta di radiazioni che non possono determinare alterazioni a carico dei nucleotidi del DNA e, quindi, non sono in grado di creare mutazioni di tipo canceroso.

L’azione terapeutica della radiofrequenza si esplica tramite due tipi di effetti:

  1. effetto termico
  2. effetto biologico

L’effetto termico è determinato dai movimenti browniani di tutto ciò che è già ionizzato (Na, K, Cl, S, Mg, P etc.) nonché dalle sostanze non ionizzate ma dotate di carica elettrica (proteine, ormoni, vitamine, citochine, fattori di crescita, etc.) che entrano in vibrazione sotto l’azione del campo elettromagnetico variabile in cui si alternano le due polarità. Le molecole urtano fra di loro creando calore la cui funzione consiste nel creare vasodilatazione, incrementando della velocità di circolo arterioso e venoso, miglioramento del circolo linfatico con importante azione anti edema, miglioramento della respirazione cellulare con incremento del ciclo di Krebs o degli acidi tricarbossilici che viene sfruttato in presenza di ossigeno, incremento dell’attività di numerosi enzimi ed altro.

Con l’effetto termico è anche possibile raggiungere temperature di 65° per ottenere micro danni finalizzati ad indurre processi di riparazione nei tessuti bersaglio.

L’effetto biologico è certamente, quello più importante anche se meno enfatizzato. Questo si esercita a livello della matrice extra ed intra cellulare nonché a carico dei recettori di membrana.

La radiofrequenza stimola la secrezione di alcune metalloproteasi che, a livello della matrice, stimolano la formazione di alcune citochine da cui dipende l’attività del fibroblasta. A queste citochine è legata la formazione del fattore di crescita fibroblastica (FGF) da cui dipende la formazione del collageno e del fattore di crescita epidermico (EFG) da cui dipende la proliferazione, la differenziazione e la sopravvivenza delle cellule. L’EGF si lega al suo recettore EGFR a livello delle piastrine, dei macrofagi, nell’urina, nella saliva, nel latte e nel plasma.

Il Fibroblasta

I fibroblasti sono le cellule tipiche e più numerose presenti nel mesenchima.

La radiofrequenza ha, come effetto finale, la stimolazione dei fibroblasti ancora presenti e la formazione di nuovi fibroblasti.

La loro azione, sotto lo stimolo delle varie citochine, produce collageno che è uno dei principali costituenti del derma dove rappresenta il fondamentale costituente strutturale della matrice cellulare.

Altro prodotto dell’fibroblasto è l’elastina che è una proteina composta dagli aminoacidi glicina, valina, prolina e alanina a formare le molecole di tropo elastina avvolto sotto forma di alfa elica. E’ un componente in grado di assorbire stiramenti e torsioni tornando immediatamente alla situazione di partenza. E’ il componente che da elasticità alla pelle il cui grado, peraltro, viene limitato dall’intreccio con il collagene che, al contrario, è inestendibile per cui salvaguarda l’elastina da forze distraenti eccesive evitandone la rottura. (formazione delle smagliature)

Infine l’altro componente importante prodotto dai fibroblasti è un glucosaminoglicano composto da lunghe sequenze di acido glicuronico e N-acetilglucosamina: l’acido ialuronico. Si tratta di due molecole polarizzate fortemente affini all’acqua. Da qui deriva la sua grossa capacità idratante che contribuisce a proteggere i tessuti da eccessive tensioni ed altre sollecitazioni negative.

L’acido ialuronico rappresenta il maggior componente della sostanza amorfa della matrice in cui sono comprese le fibre collagene e quelle elastiche a costituire un gel necessario a permettere il transito delle informazioni attraverso di essa. Tra le sue funzioni si rammentano quella di permettere una buona idratazione cutanea, di migliorarne l’elasticità, di attivarsi in caso di lesioni o infiammazioni.

Indicazioni di trattamento

Il trattamento è poco invasivo, indolore, senza traumi, con un immediato ritorno alle normali attività!!!

La radiofrequenza determina un rimodellamento dei tessuti, con una azione particolarmente efficace nel contrastare il rilassamento muscolo-cutaneo del viso e del corpo.

Il Trattamento è indicato per:

  • Eliminazione delle contratture muscolari (anche per quanto riguarda i muscoli mimici)
  • Attenuazione delle rughe, micro rugosità
  • Ripristino del tono cutaneo
  • Ripristino del tono muscolare
  • Riduzione dei noduli cellulitici
  • Stimolazione del circolo linfatico
  • Stimolazione del microcircolo superficiale e degli scambi cellulari
  • Eliminazione degli edemi
  • Acne in fase attiva
  • Cicatrici post trauma recenti
  • Strie distansae recenti
  • Discromie cutanee
  • Pori dilatati

Il processo dell’invecchiamento cutaneo

Si tratta di un processo ineluttabile connesso allo scorrimento del tempo che niente e nessuno è in grado di fermare. Di fatto, l’invecchiamento inizia alla nascita e si prolunga per tutta la vita. Si ha un progressivo assottigliamento dello strato basale dell’epidermide, che comporta una difficoltà del ricambio cellulare, il numero delle cellule si dimezza con immediati effetti sulle capacità immunitarie riguardanti la cute.

Diminuisce fino 75% la produzione di vitamina D con conseguenze importanti sul pH tissutale che si acidifica stimolando la mobilizzazione del calcio delle ossa nel tentativo di ripristinare la normale alcalosi con conseguente rischio di osteoporosi.

Si altera l’attività dei melanociti con comparsa del melasma, evidente soprattutto dove le superfici sono maggiormente esposte (per esempio, volto e mani). Si possono avere melanociti molto attivi con rischio di melanomi e di altri tumori cutanei che, non a caso, sono più frequenti nell’anziano dove sono diminuite le capacità antiossidanti e la possibilità del DNA di riparare eventuali errori mitotici.

Le papille dermiche si appiattiscono il che comporta una riduzione dell’apporto vascolare dell’epidermide ed un minore supporto meccanico alla stessa.

Il numero dei fibroblasti si riduce notevolmente ed anche quelli residui perdono molte delle loro capacità di produrre collageno ed elastina. La cute si assottiglia, diviene meno elastica, diviene meno elastica, si disidrata per ridotta formazione di acido ialuronico e compaiono le rughe.

La cute va maggiormente soggetta ad infezioni a causa della già citata diminuzione del suo potere immunitario.

Diminuisce la secrezione di sebo per cui la pelle diviene più secca, arida e incapace di rispondere efficacemente ai vari traumi e cui è esposta.

Diminuiscono le secrezioni delle varie ghiandole apocrine e delle sudoripare il che conferisce spesso, all’anziano, un odore sgradevole.

Aumenta la desquamazione cutanea a causa dell’aumento di spessore dello strato corneo dovuto alla minor perfusione arteriosa dermica. I capelli ed i peli rallentano la loro crescita, così come anche le unghie che divengono meno elastiche e più spese.

Le Rughe

Nella fase di invecchiamento i fibroblasti diminuiscono nel loro numero e nella loro attività. Anche le citochine che li stimolano seguono la stessa sorte così come i recettori di membrana su cui essi agiscono.

Il risultato di ciò è rappresentato da una diminuzione del collagene, dell’elastina e dell’acido ialuronico.

Le rughe, caratteristica espressione dell’invecchiamento, appaiono come i solchi più o meno evidenti, permanenti e lineari, che si localizzano per lo più sul volto e sul collo.

Radiofrequenza ed Invecchiamento

La radiofrequenza trasmette uno stimolo sotto forma di onda elettromagnetica con quale viene trasmessa non solo energia ma anche l’informazione. Inoltre, il calore prodotto è in grado di determinare la variazione sterica delle proteine del collageno che, da lineari, divengono globose determinando quell’aumento di spessore in grado di diminuire le profondità della ruga.

L’energia trasmessa ed assorbita a livello cellulare sostiene la cellula nei suoi processi enzimatici e respiratori. La radiofrequenza ha un’azione sulle contratture muscolari per cui, applicata sul volto e sul collo, determina una distensione rapida di quei muscoli che sono gli artefici delle rughe di espressione.

L’effetto biostimolante avviene nel tempo ed il miglioramento avverrà più lentamente ma si manterrà più a lungo.

E’ evidente che non si può lottare contro il trascorrere degli anni, ma sarà sufficiente qualche seduta di mantenimento nel corso dell’anno per ottenere un effetto duraturo raggiunto con un metodo poco invasivo assai ben accetto ai pazienti.

La radiofrequenza funziona con due modalità, capacitiva e resistiva.

La modalità capacitiva sfrutta il principio del condensatore ed è indicata, prevalentemente, con tessuti che manifestano una bassa impedenza e, quindi, con quelli contenenti una buona quantità d’acqua, di sangue, di linfa o di altri liquidi organici.

La modalità resistiva, al contrario, sarà più adatta a lavorare su tutti quei tessuti poveri d’acqua e quindi, ad alta impedenza, quali il tessuto osseo, le cartilagini e le capsule articolari, i tendini ed i legamenti. La modalità resistiva si avvale di un elettrodo metallico, non isolato, per cui permetterà il passaggio della corrente che, per il minimo microamperaggio, non verrà assolutamente percepita dal paziente.

Esistono due modalità di trasmettere il segnale:

Monopolare – si usano due elettrodi che andranno posti quanto più vicini e contrapposti possibile perché è fra di essi che si sviluppa il campo elettromagnetico

Bipolare – entrambi gli elettrodi sono posti sullo stesso manipolo ed il campo elettromagnetico si svilupperà fra di essi per cui non vi sarà più una piastra neutra

Elettroporazione

E’ un sistema per veicolazione transdermica non invasiva di principi attivi.

Con l’applicazione su una superficie biologica di un particolare impulso elettrico si generano dei canali acquosi nella membrana cellulare definiti “elettropori”.  In seguito un’onda di forma complessa li mantiene aperti.

Il fenomeno induce un “importante” aumento transitorio della permeabilità dei tessuti che favorisce l’assorbimento transcutaneo di principi attivi a rilascio controllato a profondità predefinita.

Si ottiene una più alta concentrazione solo sui distretti interessati dalle patologie con minore assorbimento sistemico e conseguente diminuzione di “tossicità”.

Di fatto è una siringa “virtuale” che è in grado di veicolare il principio attivo specificatamente dove si necessita. In base alla natura dei principi attivi si avranno diverse applicazioni terapeutiche.

Radiofrequenza  Frazionata

La radiofrequenza Frazionata determina sulla cute danni parcellari generando dei micro-fori il cui diametro e profondità variano in funzione delle grandezze elettro-dinamiche dello stimolo energetico:

1) Potenza

2) Frequenza

Durata dell’impulso

Il “meccanismo di azione” primario è il processo fisiologico di “riparazione” indotto.

La radiofrequenza frazionata induce calore endogeno (dall’interno verso l’esterno)

Vantaggi della radiofrequenza Frazionata

Alla rapidità e alla semplicità della metodica si aggiungono il down-time immediato e l’assenza di effetti collaterali e di dolore, di limitazioni stagionali o fenotipiche. La sua attività antibatterica, esfoliante, cicatrizzante, oltre che di rimodellamento plastico del derma, trova indicazioni nel trattamento delle cicatrici e dell’acne in fase attiva. La modalità frazionata interviene direttamente sull’ epidermide consentendo di agire anche in superficie, sulla texture cutanea, con una azione di rinnovamento epidermico inoltre RFF può rappresentare un trattamento idoneo per rughe superficiali, strie distensae e cicatrici. La sua azione di ricambio epidermico può essere utile anche nell’acne comedonica e polimorfa lieve perché un “effetto peeling” può rivestire un ruolo importantissimo nella diminuzione del contenuto batterico della ghiandola sebacea.

Radiobisturi

Particolarmente indicata per metodiche di microchirurgia dermatologica

Radiofrequenza Intradermica

la tecnologia permette di operare con la radiofrequenza direttamente al di sotto della ruga dove normalmente viene posto il supporto di riempimento (filler)

 

 Controindicazioni

Non devono sottoporsi al trattamento pazienti:

  1. portatori di pace-maker o altro strumento di stimolazione medicale a radiofrequenza
  2. soggetti con lesioni tumorali nella sede del trattamento
  3. soggetti con lesioni settiche cutanee nella sede del trattamento
  4. soggetti affetti da allergie all’Aloe e agli altri componenti della crema conduttiva
  5. donne in gravidanza o in fase di lattazione

TORNA NELLA PAGINA DEI NOSTRI SERVIZI

POLIAMBULATORIO
FISIOKINETIK

CONTATTI UTILI

Lo studio gode di ottima posizione ed è servito da ampio parcheggio gratuito, facilmente raggiungibile dai mezzi pubblici
Gli orari sono: dal lunedì al venerdì 8.30 – 20 orario continuato. Sabato su prenotazione

INDIRIZZO POLIAMBULATORIO

Via Ischia, 305 63013 Grottammare (AP)

RECAPITO TELEFONICO

+39 0735 595473

TELEFONO MOBILE

+39 388 9336897

INDIRIZZO EMAIL

studiofisiokinetik@gmail.com

ORARI D'APERTURA

Dal Lunedì al Venerdì 8.30 – 20 orario continuato. Sabato su prenotazione

Informativa Privacy

8 + 6 =

Call Now Button
×